02 lug 2008


RAPPORTO MASSONERIA

amarelachiesa.blog campagna web per comprendere

INTRODUZIONE
articoli a puntate


Esiste e alla grande. Mirano alla religione 'unica', al pentolone inenarrabile e odiano la Santa Vergine Maria Madre di Dio e Madre della Santa Chiesa Cattolica Apostolica Romana e Santissimo Ausilio del cristiano: ma non lo ammettono in pubblico... però infiltrati "puri" hanno finto il loro pelo e ci insegnano ad esempio che...


Monitoraggio ad ampio raggio: gli rendiam pan per focaccia, in attesa...

Se l'Europa è in cattive mani, leggiamo nel Rapporto, e nessuno dei media si noti bene, lo comunica, cioè che nel Parlamento Europeo ci dovrebbero essere un 60% di massoni, è ora di aprire alcuni cassettucci. Massoni presenti in quasi tutti gli organismi internazionali.

Tengono una maschera che difficilmente aiuta il dialogo: la massoneria, ha creato la New Age, figlia del demonio.

Attenzione: i massoni si dicono cristiani in pubblico e negano che la massoneria sia una religione ma quando si ritrovano nei loro 'ritrovi' la faccenda cambia e molto.
E' logico: dire che sono massoni e cristiani vorrebbe dire ammettere due religioni.
La massoneria è
incompatibile con la religione cristiana.
Nessun rapporto Chiesa e Massoneria.

La Chiesa Madre e Maestra ha verità assolute, che discendono da Dio e quindi non possono essere in alcun modo discusse, tantomeno dai massoni.

Attenzione
i massoni NON monopolizzano la cultura e la creatività.
Per meglio infiltrare idee, concetti, remore e proibizioni.


Chiesa Cattolica e massoneria: inconciliabilità netta!
Vedasi gli ATTI del Convegno Vaticano del 1 marzo 2007.

Le concezioni e la filosofia della massoneria sono incompatibili con la fede cattolica e l'appartenenza alla Chiesa Cattolica.

Il massone NON appartiene alla Chiesa Cattolica e se lo fa millanta un grande peccato mortale in quanto scomunicato: è un ingannatore ingannato della propria anima che rimarrà eternamente destinata alle pene dell'Inferno, riservato a chi con il cuore e l'anima e la mente ha rinnegato e rifiutato la fede.
Il massone perverte ed è pervertitore alla stregua del diavolo, ingannatore e falso.

La condanna della Chiesa è netta

  • In eminenti del 1738 Santo Padre Clemente XII
  • Providas del 1752 S. Padre Benedetto XIV
  • Humanus Genus 1902 Santo Padre Leone XIII
  • Codex Juris Canonici del 1917 emanato dal S. P. Benedetto XIV
  • Codice Diritto Canonico nuovo del 1983 emanato dal S. Padre Giovanni Paolo II
  • Declaratio de Associationibus Massonicis del Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede del 1983 card. J. Ratzinger
  • Inconciliabilità tra fede cattolica e massoneria articolo su Osservatore Romano del 23 febbraio 1985
La condanna della Chiesa è netta, chiara e NON può esserci nessuna misura, NESSUNA, tra la professione di Fede e l'adesione alla massoneria.
Non dobbiamo assolutamente dimenticare che l'astuzia del demonio è grande: si fa teologo per condurci alla perdizione. ATTENTI! Quando si tratta dell'azione del male, si sa molto bene che il primo rischio che corriamo è quello di SOTTOVALUTARNE la portata, fermandoci alle sue manifestazioni più eclatanti e tralasciando il sottile e impercettibile suo insinuarsi.

Così opera anche il massone:
opera all'ombra
, distruggendo armonia e solidarietà, pensiero e comportamento cristiano, e solo per 'emergenza' si espone dando in escandescenza visibilmente.
Aprite gli occhi.


Raffaele M. Cangianti




Noi stiamo con PAPARATZINGER.blog


paparatzinger-blograffaella.blogspot.com

Per contatti

Blog antologico - cattolico

Questo Blog e' un prodotto amatoriale e non editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001. Se qualcuno riconoscesse proprio materiale con copyright e non volesse vederlo pubblicato sul Blog, non ha che da darne avviso e sara' immediatamente eliminato. Si sottolinea inoltre che cio' che e' pubblicato sul Blog e' a scopo di approfondimento, di studio e non di lucro.

Art. 21 della Costituzione Italiana: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure".

Per qualsiasi suggerimento e collaborazione scrivete.

mail penitente@alice.it