3 lug 2008

LA CATENA DEL DENARO
amarelachiesa.blog per una cultura cattolica web

L'attaccamento al denaro è una catena che rende veramente schiavi.

E' forse la più facile catena a legare un cuore sacerdotale. Meno frequenti, quelle costituite dall'ambizioncella, dalla pigrizia, dalla gola e dalla voglia di vani perditempi, ma anche questi vizi sono tra i più "gettonati".
Accade di trovare qua e là qualche sacerdote che gode di un ricco benefizio, ed è cieco e sordo perfino davanti allo spettacolo di un confratello che versa in vera povertà.

Con gli attaccamenti terreni il sacerdote viene inaridito nell'intimo, il contatto con Dio gli diventa difficile e la preghiera tediosa, noiosa al punto da essere irritato se qualche fedele in ciò gli è esempio.
Usciti di seminario, poveri preti dispersi qui e là per le incombenti necessità della diocesi, perdono assai presto l'ancora di una buona guida spirituale. E tanto manca la figura del Padre Spirituale, tanto consigliato dalla Madre Chiesa, che oltre ad essere confesore deve essere guida verso il cammino di perfezione nella vita cristiana del sacerdote e specchio per le anime laiche che in lui confidano.

Alla base della vita religiosa, per tutti, e per un Paese, sta l'istruzione catechistica: quasi punto di partenza per tutto il cammino che poi le anime intraprenderanno.
Il catechismo nelle parrocchie manca addirittura per gli adulti.

C'è da suscitare uno spirito nuovo e che va alimentato: lo spirito della collaborazione.
Saper collaborare con gli altri, saper aiutare e sapersi fare aiutare, questo è il segreto per una riuscita del movimento cattolico.
Anche nelle piccole 'riuscite' di ogni giorno c'è tanta materia, nelle esperienze quotidiane, e c'è già tanto da raccontare. Insieme lungo la strada della rinascita cristiana d'Italia.


Noi stiamo con PAPARATZINGER.blog


paparatzinger-blograffaella.blogspot.com

Per contatti

Blog antologico - cattolico

Questo Blog e' un prodotto amatoriale e non editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001. Se qualcuno riconoscesse proprio materiale con copyright e non volesse vederlo pubblicato sul Blog, non ha che da darne avviso e sara' immediatamente eliminato. Si sottolinea inoltre che cio' che e' pubblicato sul Blog e' a scopo di approfondimento, di studio e non di lucro.

Art. 21 della Costituzione Italiana: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure".

Per qualsiasi suggerimento e collaborazione scrivete.

mail penitente@alice.it