18 mar 2008

FraMassoni

vade retro!!!



amarelachiesa.blog propone questa riflessione

di Corrado Penitente

Anima : c'è non c'è?
Cruccio massonico


Sotto sotto anche loro hanno paura. E sì, e se poi hanno ragione le 'Gerarchie'? Se ci fosse un aldilà? Poveri framassoni!
Stanno battendo il chiodo sull'anima. Non ostante la posizione del Magistero e la Dottrina della Chiesa, fondata su Gesù il Cristo sia chiara come l'acqua più limpida, come l'anima più virtuosa.
Già anni fa lo psicologo-archetipico - come egli si definisce - James Hillman scrisse un libro dal titolo "Il destino dell'anima"; qualche tempo fa è uscito "L'anima e il suo destino": vista la congruenza sanremica almeno c'è il 'fuori classifica' per il titolo.
La Chiesa ha apertamente detto la sua sul libro del teologo Mancuso, e quindi da cattolico mi affido al suo altissimo Magistero.
L'uomo non è Dio. L'uomo non è un dio: Benson docet ma, temendolo ignorano!
E' inutile girare la polenta: l'uomo non è un dio. Solo Dio E'. Ed è inutile attaccarsi, chissà mai sempre perchè, a San Francesco: tutti i buonisti, arcobalenisti, catto-comunisti si attaccano per difendere le loro tesi al Santo di Assisi, compiendo grande atto almeno d'eresia! (Sempre che si intenda il significato di eretico).
Ma la guerra della cricca massonica, in prima fila quella italica, contro gesuiti, preti, il Vaticano stesso, Osservatore Romano etc, etc. continua subdola sfruttando ogni anfratto del 'pubblico', in effetti lo spirito e padrone del mondo è il demonio Satana stesso e quindi pervadendo pervade!
Che cos'è l'anima? L'anima è la parte spirituale dell'uomo, per cui egli vive, intende ed è libero, e perciò capace di conoscere, amare e servire Dio.
L
e due principali facoltà dell'anima sono intelligenza e libera volontà.
Ai cattolici ricordo la formula del Catechismo di S. Pio X. la n.247:
Come si dà prova della fede?
S
i dà prova della fede confessandola e difendendola, quando occorra, senza timore e senza rispetto umano, e vivendo secondo le sue massime: "La fede senza le opere è morta" (Giacomo 2, 26).
O
ccorre difendere la fede pubblicamente contro chi la nega, ne dice male, la bestemmia.
Ma, la miglior prova della nostra fede è la condotta.


L'Anticristo si nasconde in molte sfaccettature


Un testo importante! amarelachiesa.blog propone questa riflessione!
Al lettore l'approfondimento, nel web l'intero volume.

AGOSTINO LÉMANN

CAN. ONOR. DELLA PRIMAZIALE DI LIONE

, PROF. DI S. SCRITTURA E DI LINGUA EBRAICA

PRESSO LA FACOLTÀ CATTOLICA

L'ANTICRISTO

Unica traduzione approvata dall'Autore

del

Can. BENEDETTO NERI

TORINO

TIPOGRAFIA PONTIFICIA E DELLA S. C. DEI RITI

CAV. PIETRO MARIETTI - EDITORE

__

1919


...... L'Anticristo! ecco dove finirà l'apostasia, allorchè avrà raggiunto in estensione e perversità il grado assegnatole dalla pazienza divina.

Ma le parole di Pio X lascerebbero forse intendere che F Anticristo sarebbe già nel mondo? Non si potrebbe affermarlo con certezza. Esso devonsi veramente interpretare secondo i testi seguenti di san Giovanni: "Siccome udiste che l'Anticristo viene, anche adesso molti sono diventati anticristi". - "Qualunque spirito che divida Gesù, non è da Dio: e questi è un Anticristo, il quale avete udito che viene, e già fin d'adesso è nel mondo". - "Molti impostori sono usciti pel mondo, i quali non confessano che Gesù Cristo sia venuto nella carne: questi tali sono impostori ed Anticristi".

Come nel passato il vero Cristo, Signor nostro, ha avuto dei precursori, che erano suoi tipi e figure profetiche: Abele, Isacco, Giuseppe, Davide, Giona ecc.; così per una permissione divina, l'Anticristo ha pure i suoi: Antioco Epifane, Nerone, Diocleziano, Galerio, Giuliano Apostata, Maometto, ecc. Ai nomi di questi precursori nel passato, altri se ne potrebbero aggiungere nel presente. Ma ciò che v'ha di doloroso e di grave si è che la società umana, incredula ed ostile, si trasforma essa medesima, secondo l'osservazione di Pio X, in vero Anticristo.

"Tanta è l'audacia e l'ira con cui si perseguita da per tutto la religione, si combattono i dogmi della fede, e si adopera sfrontatamente a sterpare, ad annientare ogni rapporto dell'uomo colla Divinità! In quella vece, ciò che appunto, secondo il dire del medesimo Apostolo, è il carattere proprio dell'Anticristo, l'uomo stesso, con infinita temerità, si è posto in luogo di Dio, sollevandosi sopra tutto ciò che chiamasi Iddio; per modo che, quantunque non possa spegnere, interamente in sè stesso ogni notizia di Dio, pure manomessa la maestà di Lui, ha fatto dell'universo quasi un tempio a sè medesimo per esservi adorato. Si asside nel tempio di Dio mostrandosi quasi fosse Dio". Così si è espresso Pio X.

Nei secoli passati, soltanto alcuni uomini perversi o sétte nefaste avevano rappresentato l'Anticristo: ai giorni nostri, è l'uomo in generale, è l'umanità ribelle che prende posto accanto agli antichi Anticristi, preparando l'Anticristo straordinario, l'Anticristo propriamente detto.

È, infatti, manifestamente annunziato questo Anticristo propriamente detto. Se, ne' testi citati più sopra, S. Giovanni non si occupa che degli uomini perversi, i quali, animati dallo spirito dell'Anticristo, possono essere considerati come suoi precursori e meritano di portarne il nome, egli lascia intendere, come pure Pio X, che verso la fine del mondo, qualcuno sorgerà ad esser l'avversario accanito di nostro Signore, suo rivale, secondo la parola Anticristo, che vuol dire contro il Cristo, avversario di Cristo.

Chi sarà dunque quest'empio misterioso di cui certi uomini perversi non sarebbero stati che pallide figure?.........

... Poichè l'apostasia deve essere il mezzo preparatorio alla venuta dell'Anticristo, e il flagello più formidabile che metterà in iscompiglio, il mondo; non è dunque chiaro che abbiamo da lottare per respingerlo, sforzandoci di ricondurre a Gesù Cristo e alla chiesa le nazioni, le famiglie, gli individui, che se ne son separati o minacciano di farlo? Il vento d'acciecamento e di defezione che trasporta già una parte della società e la vuol laicizzata, ossia sottratta al Vangelo e alla Chiesa, forse è passeggero, avendo Dio fatto sanabili le nazioni. L'idea cristiana può anche ora rallegrare, imbalsamare e vivificare il mondo come per il passato. Non bisogna dunque scoraggiarsi.

Tutt'altro! bisogna mettersi risolutamente all'opera e mettervisi con confidenza e generosità. Leone XIII non ne dette l'esempio e Pio X non lo dà attualmente?

Che non fece Leone XIII per rattenere gli individui e le nazioni sul baratro fatale dell'apostasia? Limitiamoci alle nazioni.

Tutta la politica religiosa di quel gran Papa sembra essersi ispirata a quella esortazione di S. Paolo: "Chi or lo rattiene, lo rattenga, fino che sia levato di mezzo: Qui tenet nunc, retineat, donec de medio fiat"........

Noi stiamo con PAPARATZINGER.blog


paparatzinger-blograffaella.blogspot.com

Per contatti

Blog antologico - cattolico

Questo Blog e' un prodotto amatoriale e non editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001. Se qualcuno riconoscesse proprio materiale con copyright e non volesse vederlo pubblicato sul Blog, non ha che da darne avviso e sara' immediatamente eliminato. Si sottolinea inoltre che cio' che e' pubblicato sul Blog e' a scopo di approfondimento, di studio e non di lucro.

Art. 21 della Costituzione Italiana: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure".

Per qualsiasi suggerimento e collaborazione scrivete.

mail penitente@alice.it