01 gen 2008

GLI STATUTI di TERRA SANTA
L A S T O R IA

I primi Statuti di Terra Santa, che risalgono al 1377, costatato che « tra i Saraceni » non era possibile la vita dei Frati e neppure la conservazione dei Luoghi Santi senza le elemosine dei Principi cristiani, stabiliscono che li Custode di Terra Santa con il parere del suo Consiglio, deputi una o due persone secolari per curare presso la sede della Custodia l'amministrazione di dette elemosine. Al Custode viene pure data facoltà, sempre con il parere dei suo Consiglio, di destituire dall'ufficio gli amministratori dimostratisi inadempienti o infedeli.

Questa disposizione dava una prima sistemazione solo a una parte del problema. Ben presto si vide la necessità di deputare qualcuno che curasse gli interessi della Custodia di Terra Santa anche in Europa.

Il Custode P. Gerardo Calvet, verso il 1392, con atto notarile affidò un mandato di procura "molto ampia" per gli interessi della Custodia, relativamente al territorio della Repubblica di Venezia, al nobile della Serenissima Ruggero Contanni. Il Contarmi a sua volta, con testamento in data 22 maggio 1415, nominò il nipote Carlo Contarini quale suo successore nell'ufficio di "Commissario" di Terra Santa, secondo i termini della "Procura" a lui affidata dal su citato P, Custode.

Nel 1414 la suprema autorità dell'Ordine Francescano concesse facoltà al P. Custode di inviare frati suoi delegati sia presso la Curia Generalizia, sia in qualunque altro luogo, secondo le necessità e opportunità che si potessero presentare,

Durante il secolo XV la figura e le attribuzioni del Commissario di Terra Santa in Europa andranno man mano precisandosi fino a che si arriverà al 1512 quando detto ufficio e attribuzioni riceveranno una configurazione ufficialmente normativa.

Le Costituzioni Generali dell'Ordine del 1621 porteranno a maturazione tale processo, ponendo le basi di tutta la successiva legislazione francescana in merito.

Qui ci porterebbe troppo lontano parlare delle origini dei singoli Commissariati basterà notare che con il tempo alcuni di essi alcuni di essi aquisteranno una certa preminenza con conseguente denominazione di "Commissariato Generale", primo fra tutti quello di Roma in vista particolarmente delle sue relazioni difette con l'Autorità centrale delll'Ordine e con la Santa Sede.

La scoperta di nuovi continenti comporterà l'istituzione in essi di altri Commissariati di Terra Santa.

Tra gli scopi dei Commissariati di Terra Santa i principali sono: far conoscere i Luoghi Santi e tutto l'insieme di ciò che va sotto il nome di Custodia di Terra Santa; ed inoltre interessare fattivamente i fedeli della propria circoscrizione per quanto riguarda economicamente la conservazione degli stessi Luoghi Santi e delle molteplici opere della Custodia di Terra Santa

La Santa Sede, come si è interessata sempre della Custodia di Terra Santa in genere, così in specie, già dalla prima metà dei secolo XVII in poi, ha seguito l'attivitá dei Commissari di Terra Santa con opportune e ripetute disposizioni.

L'ultimo documento importante in merito è la "Esortazione Apostolica ai Vescovi, Sacerdoti e Fedeli di tutto il mondo riguardo alle aumentate necessità della Chiesa in Terra Santa", emanata da Paolo VI il 25 marzo 1974. nella quale viene ribadita l'utilità sempre attuale dei Commissari di Terra Santa che vengono di nuovo ed espressamente incaricati di ricevere le offerte raccolte dai Parroci e Rettori di chiese in tutto il mondo cattolico, offerte che già in base ad antiche e ripetute disposizioni pontificie vengono fatte di consueto il Venerdì Santo.

Attualmente ci sono 69 Commissariati di Terra Santa, sparsi in 35 nazioni. Tra i Commissariati elencati sono da ricordare. in modo particolare, quelli di rettamente dipendenti dalla Custodia: il Commissariato Generale di terra santa, presso la Curia dei Frati Minori a Roma, i Commissariati di Napoli e Palermo (Italia) per la loro storia interessantissima, il Commissariato di Washington (USA) per l'importanza assunta nell'aiuto alla Custodia, ed infine il Commissariato di Buenos Aires (Argentina).

dal sito della Custodia di TERRAE SANCTAE

Noi stiamo con PAPARATZINGER.blog


paparatzinger-blograffaella.blogspot.com

Per contatti

Blog antologico - cattolico

Questo Blog e' un prodotto amatoriale e non editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001. Se qualcuno riconoscesse proprio materiale con copyright e non volesse vederlo pubblicato sul Blog, non ha che da darne avviso e sara' immediatamente eliminato. Si sottolinea inoltre che cio' che e' pubblicato sul Blog e' a scopo di approfondimento, di studio e non di lucro.

Art. 21 della Costituzione Italiana: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure".

Per qualsiasi suggerimento e collaborazione scrivete.

mail penitente@alice.it