20 nov 2007

Pro Orantibus

Clausura

21 novembre Festa della presentazione al Tempio di Maria

Giornata pro Orantibus dedicata a tutti i monasteri di clausura.

In tutte le chiese del mondo oggi si prega per le claustrali, le monache che in totale dedizione contemplativa vivono eslusivamente per la preghiera.
La prima Giornata pro Orantibus fu del 13 maggio del 1953 in seguito papa Giovanni XXIII la fissò al 21 novembre Festa della presentazione al Tempio di Maria Santissima.
Nel mondo sono migliaia i monasteri femminili nei quali decine di suore sono dedite alla preghiera, anche continuata nella notte, a veglie con turni.

In questa memoria liturgica della presentazione di Maria santissima, la Chiesa celebra la “Giornata pro orantibus”, cioè la Giornata che ricorda le religiose di clausura sparse per il mondo. Esse - come afferma il Concilio Vaticano II - appartengono a quegli Istituti dediti interamente alla contemplazione, che si occupano solo di Dio nella solitudine e nel silenzio, in continua preghiera e intensa penitenza e conservano un posto eminente nel Corpo mistico di Cristo. “Offrono infatti a Dio un eccellente sacrificio di lode e, producendo frutti abbondantissimi di santità, sono di onore e di esempio al Popolo di Dio, cui danno incremento con una misteriosa fecondità apostolica. In tal modo costituiscono una gloria per la Chiesa e una sorgente di grazie celesti”

Ricordiamole offrendo al loro sacrificio la nostra preghiera del cuore.

Noi stiamo con PAPARATZINGER.blog


paparatzinger-blograffaella.blogspot.com

Per contatti

Blog antologico - cattolico

Questo Blog e' un prodotto amatoriale e non editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001. Se qualcuno riconoscesse proprio materiale con copyright e non volesse vederlo pubblicato sul Blog, non ha che da darne avviso e sara' immediatamente eliminato. Si sottolinea inoltre che cio' che e' pubblicato sul Blog e' a scopo di approfondimento, di studio e non di lucro.

Art. 21 della Costituzione Italiana: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure".

Per qualsiasi suggerimento e collaborazione scrivete.

mail penitente@alice.it